Cosa significa Vino, Prosecco e Spumante Millesimato?

Ultime Notizie

Qual'è il significato di Millesimato? Prosecco, Vino e Spumante

Postato su: dic 7, 2018

Qual'è il significato di vino millesimato?

Spesso capita di sentire da qualche amico presunto sommelier oppure alla tv:

"Questa è una bottiglia di prosecco millesimato" altre volte sentiamo dire "questo è uno champagnespumante millesimato".

Ma cosa significa millesimato?

cosa significa millesimato? Vino spumante

Per evitare troppi giri di parole o inutili tecnicismi del settore, millesimato indica semplicemente che sulla bottiglia acquistata è riportato l'anno di produzione o imbottigliamento.

Addentrandoci nel dettaglio possiamo affermare che quando si parla di bollicine, quindi prosecco, champagne e spumante brut il termine millesimato indica l'utilizzo di uve raccolte esclusivamente nell'annata indicata sulla bottiglia, ovvero almeno 85% dell'uva utilizza nella produzione del vino deve appartenere all'annata indicata anche sull'etichetta.

Millesimato(parola derivante dalla lingua Francese "Millesimè") = annata di raccolta/vendemmia dell'uva(almeno 85% utilizzata per la produzione del vino appunto millesimato).

Qual'è la definizione di Cuvèe?

L'esatto contrario di millesimato.

Il Cuvèe(dal latino "cupa") indica la botte che contiene un prodotto ottenuto mescolando differenti uvaggi, annate ed a volte anche tipologie di vigneti differenti, così a differenza del millesimato non vengono utilizzate uve della stessa annata.

Sarà compito dell'enologo o del mastro cantiniere quello di verificare che il Cuvèe rispetti a pieno i caratteri tipici del prodotto desiderato, utilizzando le giuste percentuali di uve(Pinot nero, bianco, Chardonnay) per riproporre ogni anno i sentori e profumi tipici del prodotto e azienda.

Questi vini si sposano perfettamente con abbinamenti di riso, carne, pesce, crostacei, formaggi e ovviamente verdure.

Solitamente quasi tutte le cantine e marche di vini producono un Franciacorta metodo classico(difatti il Franciacorta è quasi sempre un vino millesimato dove però l'indicazione non viene dichiarata), oppure un prosecco millesimato nei rispettivi anni di miglior produzione o raccolta oppure in anni dove la qualità del prodotto ha raggiunto standard molto elevati.

Curiosità: Il termine millesimato ha grande importanza per gli champagne e gli spumanti dal momento che raramente troviamo l'annata riportata in etichetta, questo per il motivo che vengono utilizzate annate e uve differenti per produrli.

Lo champagne invece essendo prodotto in zone climatiche estreme difficilmente le uve raggiungeranno completa maturazione prima del periodo di raccolta e per questo vengono utilizzate uve di anni differenti per poter valorizzarle tutte a pieno, mantenendo così più simile possibile i tratti caratteristici del prodotto.

Ma il prosecco è veramente millesimato?

prosecco millesimato cosa significa? Valdobbiadene, cartizze, dry, extra dry

Tuttavia una curiosità relativa al prosecco millesimato dry oppure extra dry è che solitamente nel 95% se non 99% dei casi viene prodotto con le uve della stessa annata, al massimo viene aggiunta una piccola parte delle uve in autoclave dell'annata precedente.

Dal momento che il prosecco è un vino apprezzabile quando giovane e fresco può capitare che durante i primi mesi dell'anno venga utilizzato una percentuale fra il 5% e il 15% di uve dell'anno precedente, mantenendo però l'etichetta millesimata.

Devo comunque sottolineare che tale pratica sta scomparendo anche grazie al disciplinare del consorzio che regolamenta tramite determinate norme la produzione di questa tipologia di spumante.

Perchè utilizzare allora questo termine?

I produttori utilizzando questa terminologia per indicare solitamente il loro miglior prodotto a livello qualitativo, quello raccolto in vitigni o zone molto pregiate oppure dove è stata prestata una maggiore cura da parte del viticoltore.

Difatti questo vino richiede maggiori attenzioni e lavoro in vigna e cantina rispetto a vini meno pregiati.

Altre volte si indicano prodotti con tempi di affinamento più lunghi che hanno trascorso maggior tempo sui lieviti, oppure bottiglie di prosecco non prodotte nelle regioni di Cartizze e Valdobbiadene-Conegliano quindi meno pregiate.

Quindi il termine non si rifà direttamente alla traduzione di questa parola ma per lo più indica la bottiglia più pregiata di quel produttore.

Non sarà difficile comprendere che il prezzo di questa tipologia di vino sia superiore a quella Cuvèe anche se molte volte le differenze sono molto sottili in termini di gusto il lavoro per ottenere il millesimato è più lungo e complesso poichè vinificato in purezza.

Metodo utilizzato per la produzione

Il metodo di produzione del millesimato possono essere sostanzialmente 2:

  • Metodo classico: questo metodo viene utilizzato per la produzione di spumanti millesimati. La rifermentazione avviene in bottiglia sui lieviti.

  • Metodo Charmat Martinotti: qui la rifermentazione avviene in autoclave e solitamente vengono utilizzate uve dell'anno corrente per la produzione.

    Il prosecco martinotti è prodotto nel 90% dei casi con uve della medesima vendemmia.

Mossa commerciale di marketing o reale sinonimo di qualità?

A te la scelta se acquistare un prosecco millesimato che esalta un'annata speciale e ricca di sentori da scoprire oppure uno spumante classico Cuveè.

Alla prossima guida.

Marco - Sommelier Casadeivini.it

Scopri anche: